fbpx Tentativi di evoluzione - Alviani ArtSpaceAlviani ArtSpace

Tentativi di evoluzione

In me stesso trovavo, e trovo, un istinto verso una vita più alta, o, come si dice, spirituale (come succede a molti uomini), e per un altro verso una vita selvaggia, primitiva ed esuberante: io le accettavo reverentemente ambedue.
(Henry David Thoreau, “Walden, vita nei boschi”, cap. XI, 1988, p. 280)

Gloria Sulli attraverso la leggerezza delle sue sculture di schiuma poliuretanica incastonata nella rete metallica, racconta con “Tentativo di Evoluzione” la trasformazione del suo lavoro e la ricerca della libertà per lasciare un’impronta, essenzialità ancestrale di presenza nello spazio, forma pura e tendente all’assoluto.

 

Gloria Sulli è nata a Pescara dove vive e lavora.

Frequenta L’Accademia di Belle Arti a Firenze dove consegue la laurea in Scultura. Si specializza in taglio del vetro artistico microfusione a cera persa del bronzo. Ottiene diversi riconoscimenti in concorsi artistici e partecipa in Italia a varie esposizioni collettive; partecipa a simposi di scultura su pietra.

Nel 2010 vince una residenza artistica dal titolo “Presenze-Emergenze” nella città di Pietrasanta. Molteplici sono le sue realizzazioni di bassorilievi su pietra e cemento eseguite per alcuni Comuni della Provincia di Frosinone, sotto la guida del professor Vincenzo Bianchi.

Sua è la realizzazione del Monumento all’Emigrante a Castel del Monte (AQ) così come il Monumento al Nuovo Ciclista a Giulianova (TE). Nel 2011 realizza una installazione luminosa sul Museo per la Scienza di Torino XKE? Laboratorio della Curiosità, vincendo un bando europeo per giovani artisti con il gruppo Lightwork.

Nel 2013 realizza la sua prima importante personale Animarium all’Alviani Art Space presso l’Aurum, a cura di Renato Bianchini e Lucia Zappacosta. Nel 2013 è tra i finalisti del premio Co.Co.Co. di Como ed Alterazione Visive di Arcidosso (GR). Nel 2014 partecipa alla prima Biennale di Arte Giovane Abruzzese, Mutaforma, presso il MuMi di Francavilla al mare; vince una menzione speciale alla 65° esposizione del Premio Michetti; espone a Capri The Island of Art una mostra itinerante nei posti più belli dell’isola.